I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Faq (Frequently Asked Question)

Qui di seguito riportiamo classiche e non FAQ.

Sql Server

Esempi per ExpressMaint

1) Full backup di tutti i database utente sotto c:\backups, con verifica e report in c:\reports tenendo i backup per 1 giorno e i report per 1 settimana e continua il processo di backup con gli altri database se un errore e' avvenuto durante un backup di un db.

expressmaint -S (local) -D ALL_USER -T DB -R c:\reports -RU WEEKS -RV 1 -B c:\backups -BU DAYS -BV 1 -V -C

2) Full Database Backup di tutti i database di sistema in c:\backups, verifica del database e report in c:\reports tenendo i backups per 1 settimana e i reports sempre per 1 settimana

expressmaint -S (local) -D ALL_SYSTEM -T DB -R c:\reports -RU WEEKS -RV 1 -B c:\backups -BU DAYS -BV 1 -V

3) Backup del Log di tutti i database utenti in c:\backups, senza verifica e report in c:\reports tenendo i backup per un 1 giorno e lo stesso per i report

expressmaint -S (local) -D ALL_USER -T LOG -R c:\reports -RU DAYS -RV 1 -B c:\backups -BU DAYS -BV 1

4) Controlla l'integrità del DB AdventureWorks e mette il report in c:\reports tenendone una copia per 1 settimana

expressmaint -S (local) -D AdventureWorks -T CHECKDB -R c:\reports -RU WEEKS -RV 1

5) Ricostruisce tutti gli indici del DB AdventureWorks e mette il report in c:\reports tenendone una copia per 1 giorno

expressmaint -S (local) -D AdventureWorks -T REINDEX -R c:\reports -RU DAYS -RV 1

6) Aggiorna tutte le statistiche con il fullscan nel DB AdventureWorks database e mette il report in c:\reports tenendone una copia per 1 giorno

expressmaint -S (local) -D AdventureWorks -T STATSFULL -R c:\reports -RU DAYS -RV 1

 

Cosa fare quando non si hanno i permessi per creare un database (Permission Denied in database 'Master')

Puo' capitare di trovarsi di fronte ad una installazione della quale non si hanno i permessi di creazione database (o di restore su un db nuovo) ma si hanno solo i permessi di local administrator (e non quelli di sa).

Un trucco per raggirare questo problema e' il seguente:

Aprendo SQLCMD con permessi elevati si puo' ovviare a cio'. Pero' non e' sempre necessario elevare sqlcmd tutte le volte e quindi puo' essere necessario creare un utente con permessi elevati.

Prima di tutto bisogna creare l'utente di dominio nel SQL Server.

Eseguire SQLCMD con un account autorizzato (l'account di dominio deve essere almeno tra gli account d'amministrazione locali e questo gruppo deve essere tra quelli del dbo Group di SQL)

Si apre un command con permessi elevati

Ci si connette al server scrivendo SQLCMD -S (nome del server)\(instanza) -E

Si crea il login

CREATE LOGIN [Nome dell'account di dominio] FROM WINDOWS;

GO

Controlliamo che l'abbia creato facendo una select in

SELECT NAME FROM SYS.SERVER_PRINCIPALS

GO

Dopo di che diamo i diritti di sysadmin all'utente (oppure si possono scegliere tra i server roles che possiamo vedere lanciando la sp_helpsrvrole)

SP_ADDSRVROLEMEMBER 'nomedominio\nomeutente', 'sysadmin'

GO

Fatto!

 


Windows 2008

Come disattivare il loopback IPV6

Per disattivare il loopback su un sistema windows 2008 R2 avendo tolto anche il protocollo IPv6 bisogna mettere in "DisabledComponents" il valore 0x20 sotto la seguente voce di registro

HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\Tcpip6\Parameters\

Cio' comporterà l'uso esclusivo di IPv4 invece di IPv6 nelle politiche di prefisso. Se la chiave di registro non dovesse esistere va creata (DWORD)


Varie


Windows 2012/Windows 2012 R2

Come sistemare la classificazione di un controller di dominio quando è in pubblica

Qualora il controller di un dominio sia classificato privato o pubblico questo non dipende dalla mancanza o meno della configurazione del gateway.

Il comportamento di un classificazione della rete sbagliata può essere causata dal NLA (servizio RICONOSCIMENTO PRESENZA IN RETE) che parte prima che il dominio sia disponibile. In questi casi la classificazione privata o pubblica può essere scelta in luogo di quella di dominio e successivamente non viene corretta dal sistema.

Cosa fare se questa situazione di errore è occorsa

Quando il controller di dominio dopo il reboot e' in public bisogna far ripartire il servizio NLA o disconnettere / riconnettere la rete. Il controller di dominio dovrebbe rientrare nel profilo dominio di rete.

Come risolverlo

Potrebbe aiutare settando il servizio NLA per la partenza ritardata (Tipo di avvio: Automatico (avvio ritardato)). Meglio sarebbe controllare perché il dominio abbia bisogno di tanto tempo per partire. Potremmo essere nella situazione in cui ci sono piu' schede di rete.

Quando non aiuta

Quando ne l'accellerare il caricamento del dominio ne ritardare la partenza di NLA aiuta e comunque l'errore deriva dal lungo caricamento del dominio ci sono alcune cose da fare.

Scrivere uno script per far ripartire il servizio con un task schedulato.

Spostare il caricamento del servizio NLA alla fine della partenza di tutti i servizio cambiando l'ordine nel registro (pericoloso)

Eseguire "IPCONFIG /RENEW" dallo schedulatore alla partenza con un ritardo di 1 o 2 minuti (meglio che far partire il servizio NLA con ritardo)

Far ripartire il servizio NLA manualmente dopo ogni reboot (meglio la schedulazione sopra)-

Uno dei motivi puo' essere che avendo piu' di due IP configurati (sulla stessa scheda di rete o su piu') queste non sono configurate nel DNS.


BPoint/Ipsoa

Installazione client grafico BPSP

Nel pdf troviamo come installare il client grafico di BPointSP

CLIENT GRAFICO BPOINT